Senza categoria

La scelta

Ok… Sono qua da quasi 4 mesi e ho capito alcune cose importanti.

20190117_172516

1) Il Sapiens grande si chiama Luca ed è quello che ha più peli dopo di me. Si fa leccare ovunque ed è convinto di essere il mio padrone. Mi fa domande sceme tipo: “Ti piacciono le cagnoline bianche?… E quelle nere?” e poi conta le mie leccatine: per lui pari vuole dire no e dispari sì. Quando la Sapiens grande non vede, mi fa cadere dei pezzi di cibo profumatissimo. Peccato che è spesso fuori casa…

2) La Sapiens grande si chiama Katy anche se a volte ho dei dubbi perché il Sapiens piccolo la chiama “Mamma” mille volte al giorno. Non sta mai ferma, ha sempre qualcosa da fare, tranne durante la notte. Si sveglia spesso, si gira e rigira nel letto finché, stufo di tutto quel movimento, inizio a mordicchiarle le mani. Allora si alza, io la seguo e andiamo sul divano. Mi stendo tra la sua spalla e la sua testa e lei mi copre. Stiamo così fino alle 6.30, poi ricomincia a correre come una pazza. Io la seguo ovunque, perché voglio proprio capire dove va… Ha solo un difetto: si ostina a darmi le crocchette… Puah!

3) il Sapiens piccolo si chiama Davide e mi vuole tanto bene. Passa molto tempo nella sua camera, soprattutto quando la Sapiens piccola urla. Un giorno lei gli ha fatto male e io gli ho dato tante leccatine per consolarlo e togliergli quell’acqua salata che aveva sulla faccia. Gioca tantissimo con me, ci piace correre in guardino: io sono molto più veloce grazie alle mie quattro zampe motrici.

4) La Sapiens piccola è una casino. Non ci capisco niente… Non parla come gli altri, ma io la capisco lo stesso… È proprio il comportamento ad essere strano… Mi porge il piedino cicciottoso, ma non vuole che lo mordicchi. Quando sono in braccio ad un altro Sapiens, si avvicina e mi dà i bacini, ma se sono a zampa libera, sale sul davanzale. Però… Però è l’unica che divide sempre con me la sua pappa e che mi lascia salire sul lettone… Oggi eravamo seduti vicini sul divano e, mentre le leccavo il piede, lei mi accarezzava il musetto. Che bello…

A questo punto devo scegliermi un padrone, ma sono ancora molto indeciso.
Allora faccio così: vado dalla Sapiens piccola e se mi fa coccole pari, scelgo lei e se me le fa dispari, scelgo lei… In fondo solo lei si distende a terra per guardarmi negli occhi e i suoi sono bellissimi.

20190122_172352

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...